sabato 14 aprile 2007

VARIE

.
COMUNICAZIONE DI SERVIZIO
Lo spazio SPIGOLATURE è a formazione progressiva, quindi è sempre attuale, visitalo!
.
FLASH PSEUDOPOLITICO da non prendere neanche troppo sul serio, come diverse cose, ahimé al giorno d'oggi.
NON ENFATIZZIAMO! Al giorno d'oggi, nell'epoca della caduta di tutte le ideologie, quale è la differenza tra Destra (guerrafondaia per definizione) e Sinistra (pacifista nell'immaginario collettivo)? Niente di rilevante: basta vedere l'aggressività del sinistrorso Blair e il pacifismo del destrorso Chirac (e russi e cinesi di sessantottina memoria dove li collochiamo?). Quisquilie, bazzecole, pinzillacchere come direbbe Totò.
Prendiamo ad es. la concessione di benefici economici. La Sinistra, umanitaristicamente (vedi demagogia), dà il 65% circa alle famiglie e il 35% circa alle imprese. La Destra, pragmaticamente (vedi anche qui demagogia), darebbe con tutta probabilità il 35% alle famiglie e il 65% alle imprese. Morale: le famiglie stanno (teoricamente) meglio per un po', ma tra qualche tempo tutto tornerà come se nulla fosse accaduto. Per come avrebbe operato la Destra, è vero che per le famiglie nulla sarebbe cambiato rispetto a prima, ma ci sarebbero state (teoricamente) più chance di ripresa in prospettiva.
Quale operato si può considerare preferibile? Personalmente avrei dato di più alle imprese (ma bando alle etichettature! Sono favorevole ai PACS o DICO che... dir si voglia, anzi... diciamola tutta, in proposito, plaudo incondizionatamente a Zapatero); tuttavia non ci farei delle barricate perché, in fin dei conti... chissenefrega?




1 commento:

Anonimo ha detto...

Ma che dici! A tutt'oggi il "tesoretto" se lo sono tenuto loro!