sabato 19 luglio 2008

Ah... POVERA ITALIA!

Dalle Alpi alle Piramidi, da Trieste a Cefalù, dopo le dichiarazioni programmatiche di tutti i politici italiani, nessuno escluso, e dopo aver saputo che in 58 giorni è stato risolto a Napoli il problema d''a “munnezza” che durava da 58 anni, e senza neanche ricorrere al detersivo CH’AMOR che deterge così bene che più bene non si può, un solo grido, un solo afflato (a parte Mafia, Camorra e ‘Ndrangheta che, ovviamente gioiscono e sguazzano): Povera Italia! Come ci salveremo dalla valanga di risate e sberleffi che ci sommerge dal Mondo intero?

A' Funari ma come... mo' te ne dovevi 'anna'! Proprio mo' che ce dovevi sta'! E così Eduardo… con le sue cantate “dei giorni pari” e “dei giorni dispari” (ovvero: un giorno i preti e un giorno gli americani).

Morale:

CONSIGLIO DEI MINISTRI DELLA REPUBBLICA ITALIANA

= i nostri “dipendenti”

CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

= i nostri padroni (insieme agli americani)

E IN MEZZO?……… Noi!

Condoleezza salvaci tu!

Santa Mara prega per noi!

Ahmadinejad dacce ‘na mano!

Olmert levate ‘a miez’!
.
Pure Obama ci ha snobbato! E che c....! Meno male che ci avemo Marco Giacinto che mo' ce fa nu bello sciopero della fame sopra e po' sì che so' cavoli acidi!
A proposito, avete notato? Non so' mai state eseguite tante condanne a morte come da quando ce sta 'a moratoria d'a pena 'e morte.

Nessun commento: