lunedì 23 aprile 2007

NUOVE SPIGOLATURE (v. anche infra SPIGOLATURE)

S'è bloggato il blog e questa non è una buona cosa perché non toglie il medico di torno. Allora bene o male bisogna ricominciare; speriamo... bene:

UFO
(le donne hanno più dignità)
A furia di parlare di eroi succede che uno si dimentica di parlare di eroine, e ce ne sono tante (a parte quella per antonomasia). Che si chiamino Livia, Hillary, Giana, Veronica, Anna, Silvia, Idina, Maria Cristina o Marina, c'è da dire che se ne vedono in giro di depravati, quaquaraqua, antieroi, vili, villanzoni e paraculi, ma, cosa strana, non si vedono (o si vedono molto meno) stronze! Tanto di cappello.
.
ESCLUSIVE (24.4.2007)
(dura lex sed lex)
.
Appello al popolo - E' un'esclusiva Tele Suono.
Scusate tanto, so' coatta, ho visto ieri la TV e a giorni ci ho il processo, sto nelle stesse, precise, identiche condizioni d'a Franzoni, mi chiamo pure Annamaria, ma di cognome faccio Pincopalla, che se po' ffa'?
* Perdonate tanto, so' 'u cugin' 'e Pincopalla, coatto pure io, in attesa di giudizio, claustrofobico e sofferente di cuore; mi chiamo Danilo, putimmo fa' niente?
.
Lo sfogo dell'avvocato a "Porca a Porca" - stralcio dalla rubrica "una Vespa in Paradiso" in esclusiva su Tele Canta:
... Po' dice che uno se fa prende' d'a rabbia! So' Carlo Positano il difensore storico dei predetti. Finora m'hanno dato favoreggiamento personale e frode processuale, m'hanno pure tacciato d'esse' bilioso, 'ncazzuso, e financo narcisista, ma non ho concluso un c..., nessuno mi c..., e, francamente, mi so' rotto i c...
.
Servizio in esclusiva dell'emittente radiofonica Radio Tutti
L'utente radiotelevisivo Pippo delle Pere intervistato su tutto quanto sopra dalla dinamica e coraggiosa emittente Radio Tutti, urla al microfono finalmente libero, spavaldo e vigoroso: MO' M'AVETE ROTTO I COGLIONI TUTTI QUANTIIII!!!
.
Si segnala, a questo punto, che non ci sarà alcun resoconto sull'esito finale dei processi, e ciò al preciso scopo e col preciso intento di non disturbare l'utente.
.
W LA FRANCE (26.4.2007)
Alle elezioni politiche in corso, di fronte ad un ballottaggio niente affatto scontato tra Sarkò (dx) e Ségolène (sx), i centristi sono fisiologicamente ago della bilancia.
Bayrou loro leader, che avrebbe potuto vendere a caro prezzo il proprio appoggio, invece che cosa fa?
Per motivi certamente politici, che i furbissimi del mestiere, poi ci illustreranno, ma indicativi, a mio avviso, di grande civiltà, dichiara la propria sostanziale neutralità, preannuncia la fondazione di un nuovo (o meglio rinnovato) partito democratico di ispirazione centrista (prendendo spunto, bontà sua, da quanto sta accadendo in Italia), e afferma che gli elettori che si riconoscono nella sua formazione politica, voteranno, al ballottaggio, secondo le proprie propensioni e la propria coscienza.
A questo punto, come non rivolgere agli addetti ai lavori che dovranno occuparsi della riforma elettorale, nel nostro Paese una accorata raccomandazione?
PER CARITA' DI DIO EVITATE NEL MODO PIU' ASSOLUTO DI RIPRODURRE QUI IL SISTEMA DEL BALLOTTAGGIO!!
Vi immaginate che cosa sarebbe accaduto nella nostra serva Italia d'ogni sventura ostello (a proposito: il titolo migliore sulle manifestazioni del 25 aprile è stato quello della Repubblica Contestati Moratti e Bertinotti. Napolitano afferma: "Festa di tutti gli Italiani") in una situazione analoga a quella francese, sopra richiamata? Quanti ricatti e controricatti possiamo ipotizzare? Quante accuse e controaccuse? Vendite da mercato delle vacche di poltrone e poltroncine, accordi sotto banco, "pizzini" da riconoscere, inciuci, minacce e controminacce e chi più ne ha più ne metta!
Sarebbe stato un vero disastro, o meglio sventura; cerchiamo, quindi, di non essere ostello di una in più.
Ma mi chiedo (e vi chiedo): Riusciremo mai a venir fuori da questo... bordello? Da questo stato di cose fortemente squallido e deprimente?
.
LE PENTOLE E I COPERCHI (2.5.2007)
Le Coop sono importanti (v. privatizzazioni, in particolare: farmaci e carburante nei supermercati, appalti Alta Velocità ecc.), in quanto artefici di fermento e dinamismo, infatti: la BASE porta voti, i VERTICI prendono soldi.
.
LO STATO DELLA CHIESA (11.5.2007)
Non mi ero accorto che siamo ritornati al potere temporale dei Papi.
.
I TEMPI (ahimé) CAMBIANO (10.6.2007)
es. visita di Bush a Roma
la pulita
"Liberazione" il giornale di Bertinotti titola trionfalisticamente "grande manifestazione di protesta contro Bush... qualche arresto...", ma Bertinotti, in qualità di Presidente della Camera dei Deputati, va a stringere la mano a Bush; alla fine sono tutti contenti e soddisfatti, quelli che erano "contro", perché comunque la manifestazione c'è stata, e quelli che erano "pro" perché comunque la stretta di mano c'è stata. In tal modo siamo in presenza di null'altro che chiacchiere, fuffa e tempo perso, ma le decisioni, poi chi le prende? Boh... internet? la CIA? i cartelli segreti delle grandi nazioni? le grandi lobbies economiche... banche... petrolieri (Paesi Arabi compresi)... i signori della guerra? I mass media così come manipolati (altro che no global! Ultraglobal!)? La grande lobby religiosa degli Ebrei (nel Mondo, non solo in Israele)? Il Vaticano... gli emergenti (che già hanno affilato le armi) Cina... India? La mafia... la camorra... le logge occulte? Boh!
In altri tempi, ai tempi di Berlinguer e prima, ci sarebbero stati seri e frontali contrasti, senza abbozzi e sanatorie, mille e più arresti ci sarebbero stati e il Mondo avrebbe continuato a sperare.
la sporca
Non sono un ambasciatore o funzionario d'ambasciata né esperto di diplomazia, ma credo proprio che il protocollo diplomatico non ammetta che, un Presidente, approfitti di una visita di Stato, per andare a trovare ufficialmente (e non privatamente) un amico che, guarda caso, è il capo dell'opposizione del Governo in carica del Paese ospite. Allora quali cofecchie e inconfessabili trastule sottendono il cordiale incontro tra Bush e Berlusconi?
.
TV MATTUTINA D'ESTATE (3.7.2007)
Quando Alan Friedman ha detto a chiare lettere alle due mezze tacche di giornalisti (un uomo e una donna) che con lui colloquiavano su RAI 1 (siamo nella stagione dei rincalzi) che Gianni Agnelli aveva molti giornalisti sul libro paga il che, tra le altre cose, gli permetteva di essere il Re d'Italia, sapete che cosa ha osservato uno dei due, l'uomo, ma l'altra si è tacitamente associata? "E' LA STAMPA bellezza!" (L'ha detto anche Mentana, che pure non è un rincalzo, qualche sera fa, in un altro contesto, ma almeno lui, pseudo-candido, non fingeva, ci pseudo-credeva davvero) Tutto questo fa un po' ridere; ma tanto... in Italia ci siamo abituati... popolo di ridanciani (oltre che di ciarlatani)!
.
I FURBI E I PROVOLONI (4.7.2007)
E' notizia fresca che la Sinistra trionfante vuole intitolare una strada a Bettino Craxi (per il quale, personalmente ho ambigui sentimenti non essendo stata ancora ben inquadrata nella grande storia, la sua storia e, in effetti, la sua figura; peraltro anche la Destra ha simpatia per il mitico Bettino, è il dramma del Partito Socialista dei tempi moderni, non si sa se è a dx o a sx; non lo sanno neanche i figli del predetto). Ma ciò che più importa qui è che, in ogni caso, viene ratificata (oltretutto l'iniziativa è molto appoggiata) la qualifica di grande statista e perseguitato di Craxi. Allora? Tutti i suoi accusatori magistrati ed ex magistrati come si mettono in questo Paese dove le condizioni climatiche, tra poco, permetteranno di coltivare anche le banane? E i Di Pietro, o, per dirla a muso duro, il Tonino nazionale, ministro delle infrastrutture (ma il suo vero target sarebbe ministro della pubblica istruzione) che sa che per rimanere a cavallo deve restare nel gruppone che farà? Da inquisitore, diventerà adoratore dell'inquietante (oltre che mitico) Bettino, questo... delinquente matricolato?
.
TOYS (5.7.2007)
Due notizie agghiaccianti dal mondo scientifico, altro che Al Qaeda!
1) Sarebbe stato scoperto un farmaco che permette ad un individuo di provocare l'amnesia selettiva, cancellare, cioè i brutti ricordi. 2) Starebbe per essere messo a punto un sistema per "leggere" le bugie nel cervello, monitorando una regione dell'encefalo, la corteccia prefrontale dorsolaterale.
D'accordo liberarsi dai traumi di violenze sessuali o incidenti violenti; d'accordo scoprire assassini e pedofili. Ma non esito a dichiarare con fermezza che qui il rimedio è peggio del danno.
Quale è il prezzo da pagare? Che cosa ne sarà della personalità, del carattere (e quindi della libertà) che deriva anche dall'eleborazione delle bugie dette e subite, i dubbi, le scelte a rischio? E i ricordi quali essi siano non danno a ciascuno la sua particolarità, il suo essere unico?
Andiamo dunque verso l'uomo trasformato in un robot, ma... felice. Una specie di giocattolo.
Chi decide, poi, che cosa è corretto fare? Quali ricordi cancellare e quali no? Quando intervenire sul cervello per "saperne di più"? Apparentemente l'interessato, ma come sarà facile condizionare e manipolare la volontà altrui!
Questo ci riserva la scienza? W l'arretratezza.
.
ALCUNI ESEMPI DEL LIVELLO DELL'INFORMAZIONE OGGI IN ITALIA (31.7.2007)
Un parlamentare (fautore delle inchieste sulla diffusione di droghe in parlamento), si trova con due donne, di cui una in overdose e droga in una lussuosa suite di un hotel romano. Uno dei commenti di stampa è stato, una volta data in modo asettico la notizia (dopo l'episodio dell'uomo politico con il trans, il festino con donne e droga su una barca, ospite un ministro, ed altri episodi analoghi), non già "si pone con forza il problema della qualità della rappresentanza democratica oggi in Italia", bensì (alla faccia degli italiani in Albania, in Afghanistan e in missione in ogni parte del Mondo, lasciando stare l'inqualificabile mancanza di pudore, o scuorno, come si dice dalle mie parti, verso tutti gli emigranti e i profughi del mondo) "si pone con forza il problema del ricongiungimento familiare dei parlamentari provenienti da località lontane da Roma". Neppure un commento, almeno blandamente ironico sulla proposta formulata in sede politica di stanziare danaro per "alleviare la solitudine dei parlamentari". Da non credere ma vero! Poi cala il silenzio.
Dopo la notizia di un morto ammazzato a Catania "ci scusiamo di aver precedentemente detto che si sospettava un omicidio di mafia. In realtà, secondo gli inquirenti, si tratta di un regolamneto di conti".
Perché? Cos'è? La mafia non si sporca le mani con "regolamneti di conti"? Sono brave persone gli appartenenti alla mafia? Signore pietà! Cristo pietà!
Di fronte alla ricorrente e dilagante piaga degli incendi in Italia, di chiara matrice dolosa, le dichiarazioni critiche (prive di adeguato commento) sono state non sulle priorità: incapacità (gravissima) o connivenze (dolo) che non permettono vaste ed efficaci operazioni di polizia, anche preventiva per combattere il fenomeno e punire gli autori, bensì sulla mancanza di adeguati piani di evacuazione e piani di prevenzione, e cioè l'ordinaria inefficienza e approssimativismo all'italiana. Nulla di nuovo sotto il nostro sole malato.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

morbida lex semper lex

Anonimo ha detto...

Cara Pincopalla attàccate!!

Fiordaliso ha detto...

Boh... secondo me la Franzoni custodisce un gravoso segreto. lo immagino pure ma non lo dico.

Anonimo ha detto...

E' la stampa bellezza? Ma è come dire: "La Legge è uguale per tutti" oppure che la Giustizia è amministrata "In nome del popolo italiano"... no? Cazzate...