martedì 25 novembre 2008

LA RELIGIONE DELLA NON-RELIGIONE

Reminiscenze scolastiche.
I rivoluzionari francesi quando abrogarono tutti i riferimenti religiosi non li sostituirono con la laica affermazione della RAGIONE, bensì con un altro simbolo, un mito, una Dea, una ballerina rappresentante la Ragione.
Essi misero, cioè, al posto del culto religioso, un altro culto; riconoscendo in tal modo, implicitamente che anche quello del primato della ragione è un credo, una fede, così come quello del primato della religione.
Non c'è differenza nella tensione spirituale dell'Uomo; siamo quindi nello stesso campo, quello del soprannaturale e del Divino.

Nessun commento: