venerdì 22 maggio 2009

A' belli!

So' 30 anni che in Italia si parla dell'inaffidabilità della Giustizia, del 14o° posto nel Mondo (più di recente), tra il Ghana e la Tanzania, del posizionamento (unico Paese Occidentale), tra i Paesi dove la Stampa è "semilibera", dell'eccessivo numero di parlamentari, dell'esosità dei loro costi e così via e NULLA CAMBIA. Non organiche riforme della Giustizia e dei due rami del Parlamento; una seria legge sulla libertà di stampa, poi, non è neanche lontanamente in cantiere.
Ma questi so' chiacchieroni proprio!
Oggi come oggi il problema è che il nostro Golden Boy non vuole una Magistratura efficiente e imparziale, un Parlamento snello e rapido nell'affrontare i temi di interesse e di utilità per il Paese, ai quali sia particolarmente attento, una Stampa di ampio respiro democratico e culturale, libera e pluralista, bensì giudici amici, parlamentari consenzienti, giornalisti yes men e puttanine yes girls.
Quindi... stamm' semp' lla'. Continuare a remare...

Nessun commento: