mercoledì 22 luglio 2009

pensierino di commiato prima delle vacanze

Io dico che 'u Berlusk nazionale si è sfottuto della vita politica. Troppi adempimenti, troppi bacchettoni e bigotte in giro; puttanazze pure sì, ma ci devi stare attento!
Il nostro non è più aggressivo come una volta, né trionfalista ad ogni inaugurazione di un tombino, mentre gli si legge in faccia il tedio.

In fondo non corre più alcun rischio personale, i "comunisti" sono scoppiati e sparpagliati, solidi baluardi lo difendono e (per quel che gli devono e per quel che sono costati e continueranno a costare) lo difenderanno ancora per molto tempo, ad oltranza contro i più agguerriti detrattori.
A 'sto punto rischia solo inutilmente la faccia... e non solo... allora chi glielo fa fare?
Il Quirinale può dirsi sfumato dopo il puttanismo orgiastico nel quale si è voluttuosamente tuffato.
Quindi, secondo me, ci sarà presto il colpo ad effetto: Cari Italiani, con i quali avevo stipulato un contratto, vi lascio. Anche i rapporti contrattuali, prima o poi finiscono; così nessuno potrà mai dire che aspiravo ad un regime dittatoriale (scomodo tra l'altro, e anacronistico, con l'Europa presente in ogni minestra ed ogni zuppa di casa nostra). Altro che il vostro Duce! Sarò il vostro novello Cincinnato e, come tale, tornerò ad arare i miei cospicui campi di business imprenditoriali, tornerò alle mie sconfinate ricchezze, commosso. E si badi ben che... sarò pure anzianotto, ma voglio proprio vedere chi avrà da ridire sul mio hobby; ogni italiano ha un hobby. Infine sarò libero di andare a puttane, cribbio!

Nessun commento: