sabato 5 maggio 2007

ESISTE ANCORA UNA MILANO DA BERE?


MILANO DA BUTTARE
La zona sud di Milano (la grande metropoli dove, quando piove, non si può scendere dai marciapiedi), zona Vigentina, è impagabile per le sue caratteristiche (grandi spazi vuoti o semiattrezzati, ereditati dall'epoca industriale, fiorire di nuove costruzioni, agglomerati edili e parchi), quale Cittadella permanente della Moda, ormai compressa e periodicamente arrangiata in zone congestionate, Fiera, o altre aree sparse; potrebbe aggiungersi l'arricchimento di strutture moderne (ce ne sono a iosa di fabbriche abbandonate adattabili) per musei, sulla falsariga di Bologna (MAMbo), Roma (MACRO), Napoli (MADRE), per non parlare dell'ormai storico MART di Rovereto. Tra l'altro sarebbe, in tal modo, evitata la concorrenzialità abitativa con altre zone, a vantaggio di queste ultime e con un armonico quadro urbanistico per la città. Ma i Pubblici Amministratori Milanesi responsabili in materia, che cosa fanno? Preferiscono trascurare, o meglio buttare via la zona Vigentina, e vanno ad invadere il già intasato Centro, o vanno a spendere molto di più in posti del tutto isolati e lontani.
Quali vantaggi derivano, da quanto sopra, ai cittadini-utenti?
.
MA MILANO E' SEMP' MILANO
Bisogna convincersi che le cosa basta dirle... poi si fanno (da sole)!
Vi eravate mai accorti che a Milano ci sono 3 nuovi grattacieli nell'area dell'ex Fiera? E che sono già pronti e posti in opera i presupposti strutturali perché nel 2012 vi siano altri 8 grattacieli qua e là nella città?
UN ALTRO MIRACOLO A MILANO? Boh!

1 commento:

commento tecnico ha detto...

O.K.