venerdì 29 febbraio 2008

Alla Stampa Italiana e p.c. ai Ministeri della Giustizia e dell'Interno

MA LA STAMPA ITALIANA (cartacea e televisiva) HA DEFINITIVAMENTE PERSO IL SENSO DELLA VERGOGNA?

Noi vorremmo sapere i nomi degli evasori del Lichtenstein, ed invece continuano ad ammannirci le fregnacce di Olindo e Rosa e la faccia di pera di Azouz (povero te! Forse non sai quello che ti sei scansato e, con questi detectives e magistrati che ci ritroviamo, ti sarebbe capitato se non ci fosse stato il vicino accoltellato sopravvissuto. Stammi a sentire, ringrazia Allah con la faccia per terra, ma nel senso letterale del termine!).

MA IL TOP LO HANNO RAGGIUNTO CON I FRATELLINI DI GRAVINA

Invece di protestare vibratamente perché non vengono mandati a casa a calci nel culo gli inquirenti, cominciando dal capo della Procura, e la polizia dal Questore all’ultimo agente semplice, per aver cagionato la morte di Ciccio e Tore; anche un deficiente cronico avrebbe capito che bisognava setacciare a fondo almeno le case abbandonate, nelle vicinanze (a parte la responsabilità dei genitori più impegnati a gettarsi reciprocamente fango addosso che a trovare i figli per ignoranza, arretratezza ecc. – ma la scuola, le istituzioni che avrebbero dovuto trasmettere cultura e far superare i ritardi sociali dove erano e dove sono?), continuano a farsi le seghe con la boutade del papà all'inseguimento dei figli, come tirato fuori, all’ultimo momento, dai titolari delle indagini nell'intento di pararsi il culo, dando fumo negli occhi, per coprire le proprie gravi inadempienze ed errori, e continuano imperterriti a (far finta di) credere, ripetendolo ottusamente all’infinito, che il ritrovamento dei cadaveri è un “tassello che si aggiunge alle indagini”, scimmiottando i predetti cialtroni responsabili, che non pagheranno per immunità all’italiana.
Ci prendono, dunque, proprio per coglioni. Sarebbe stato un “tassello”, semmai, se fosse stato frutto del proseguimento delle indagini, che invece erano finite.
Ormai il capro espiatorio l’avevano trovato, il protagonismo degli addetti ai lavori era stato soddisfatto; solo per caso fortuito, a seguito di un altro intervento, sono stati trovati i corpi.
Questo smentisce le indagini, non le avvalora.
Bisogna dire la verità solo Libero di Vittorio Feltri ha detto qualcosa di critico su come vengono trattati questi gravi e delicati casi giudiziari in Italia.

VORREMMO ANCHE SAPERE IN QUALE FOGNA SONO STATI TRASFERITI A FARE I SERVIZI DI PULIZIA QUELLI CHE HANNO FATTO SCARCERARE PER DECORRENZA TERMINI IL FIGLIO DI TOTO’ RIINA, MA FORSE E’ CHIEDERE TROPPO.

Con osservanza di ogni possibile percorso attraverso il quale sia raggiungibile l'obiettivo di farvi smettere di lavorare e provocare lutti, dolore e irreparabili guasti, facendo posto a persone più preparate, motivate e oneste

Vs. disaffezionatissimo e più che mai schifato Algor

6 commenti:

commento tecnico ha detto...

O.K.

Anonimo ha detto...

Hai scritto "continuano a farsi le seghe con la boutade del papà all'inseguimento dei figli, come tirato fuori, all’ultimo momento, dai titolari delle indagini nell'intento di pararsi il culo, dando fumo negli occhi, per coprire le proprie gravi inadempienze ed errori" io vorrei sottolineare che anche se un altro a colpa questo non giustifica la mia colpa, cioè anche se il padre fosse in qualche strano modo colpevole (ma non credo) questo non giustifica gli errori delle autorità, che a quanto pare invece vorrebbero giustificarsi proprio in questo modo, comunque credo che sia proprio un problema per lo meno italiano celare le proprie colpe o giustificare i propri errori dicendo che gli altri hanno sbagliato più di noi.. a beh allora, siamo tutti innocenti, ci sarà sempre qualcuno che ha sbagliato più di noi (soggettivamente valutando. Forse per poter crescere, in tutti i sensi, dovremmo guardare un po' più noi stessi a 360 gradi, nel bene e nel male, e diventare un po' più responsabili delle nostre azioni, a priori!

Hai visto che qualche volta anche io lo leggo.
Ciao. Dalila

Anonimo ha detto...

Va beh... ma io lo so che leggi. Non ho mai detto il contrario.
bac bac pa'

Anonimo ha detto...

intendevo il tuo forum!!!
Mi aspettavo qualche altro commento... va beh va beh..

Cia'. Dalila

algor ha detto...

Ho capito poi che intendevi il mio blog. Mi ero meravigliato xché molti libri me li hai suggeriti proprio tu (anzi suggeriscimene altri). Metti più commenti sul blog, così ti rispondo.
Per quanto riguarda quello che hai detto sono d'accordo. Anche parlandone a voce, parecchie volte lo abbiamo detto.
Bisogna stare molto attenti però a far sempre intrecciare teoria e pratica, altrimenti si corre il rischio di predicare well e razzolare mal.
A prest x altr puntat Cìà Bap.

Anonimo ha detto...

ahah ma che fai, lo spiritoso? te l'ho detto io che non bisogna predicare bene e razzolare male! Ma pensa te!